Una storia di famiglia.

Quella di Zenato è la storia di una famiglia
che affonda le radici nella terra.

Una storia di famiglia.

Quella di Zenato è la storia di una famiglia che affonda le radici nella terra.

Quella di Zenato è la storia di una famiglia che affonda le radici nella terra. Questo grazie alla passione e alla visione imprenditoriale del suo fondatore Sergio che lo hanno guidato nella realizzazione del suo sogno più grande: creare un’azienda vinicola capace di cogliere i frutti della terra e trasformarli in emozioni dal sapore unico.

Oggi, a oltre 50 anni di distanza, sono i risultati a raccontare lo straordinario valore di quella visione da cui ha avuto origine una grande storia che ha come protagonista la famiglia di Sergio Zenato: la moglie Carla e i figli Alberto e Nadia.
Sono i loro occhi, il loro cuore a proseguire il percorso tracciato da Sergio con coerenza, mantenendo ferma la barra del timone sulla qualità e sull’amore per il proprio territorio che da tempo non è più solo Lugana ma anche Valpolicella, con i suoi rossi importanti e dai profumi inconfondibili.

  • Alberto Zenato

    “Di padre in figlio. Quando i primi passi sono immersi nella cornice dei vigneti. Quando i pranzi in famiglia sono alimentati dalla speranza di una vendemmia prodiga. Difficile, allora, sottrarsi al richiamo della terra. Difficile dimenticare chi sei. Ma, soprattutto, non pensare a quanto potresti fare per i tuoi vini se, in modo autentico, la tua mano si intreccia con quella dei tuoi genitori. Io sento sempre quel calore speciale, anche quando sono solo.”

    firma Alberto

  • Nadia Zenato

    “La visione di mio padre ha alimentato sin da piccola la mia fantasia. Il suo sogno è stato per noi un orizzonte al quale tendere, ci ha sempre uniti con la sua carica vitale. Per insegnarci ad affrontare la vita a viso aperto.”

    firma Nadia

  • Carla Prospero

    “La famiglia è tutto. Amo la mia casa. Mi sono dedicata ai figli. Ma non ho smesso mai di aiutare Sergio. Abbiamo lavorato insieme, due voci un’unica intesa”.

    firma Carla