header zenato news grappoli

07.04.22

Vinitaly 2022

VINITALY 2022

Zenato e Il Brand Value

Il visitatore al centro dell’esperienza

PAD 4 STAND G1-G3

Dopo due anni di sospensioni, riprendono le Fiere e Zenato, l’azienda vitivinicola veronese nota per il Lugana e i vini rossi della Valpolicella, in primis l’Amarone - accoglie i visitatori di Vinitaly con la consapevolezza che un fenomeno di dimensioni globali come quello che ci ha coinvolto in questi ultimi due anni produce cambiamenti, sia di natura pratica sia culturale, destinati a durare nel tempo e a lasciare tracce indelebili. I comportamenti di consumo sono cambiati molto rapidamente, con nuove abitudini, ma anche con nuove tendenze e una maggiore consapevolezza.

“Abbiamo voluto mettere il prodotto al centro di un’esperienza di valore - dichiara Nadia Zenato, titolare insieme al fratello Alberto e alla mamma Carla dell’azienda – traducendo i valori del nostro brand in stimoli ricchi di significato, da cui ci auguriamo che i visitatori usciranno con la sensazione di essersi arricchiti”.

“Dopo due anni di pandemia e di incontri virtuali, è importante per noi poter incontrare i nostri clienti, stringere mani, guardarsi negli occhi. Il contatto personale ha acquisito più valore, ed è per questo che puntiamo a renderlo sempre più prezioso”, prosegue Nadia Zenato.

Questa una delle ragioni che ha portato Zenato a fare un importante investimento a Vinitaly, ampliando la superfice dello stand e studiando un nuovo concept, capace di veicolare sensazioni ed emozioni.

Incontri one-to-one per presentare le nuove annate, due verticali esclusive, L’anima del Lugana con la degustazione del Lugana Riserva Sergio Zenato 2018, 2014 e 2011, e Il cuore della Valpolicella con la degustazione dell’Amarone Riserva Sergio Zenato annate 2015, 2013, 2011. “Le due etichette emblema della dedizione e della passione per il nostro lavoro e per il nostro territorio di cui ci sentiamo fieri ambasciatori nel mondo”, aggiunge Nadia Zenato.

E la nuova area dedicata al progetto culturale della Zenato Academy, “Oltre”, in cui sono coinvolto giovani studenti di scuole di fotografia internazionale a interpretare gli oggetti, i paesaggi e le persone che popolano la quotidianità di Zenato con un occhio diverso. Uno sguardo libero, disincantato, che si muove tra realtà e immaginazione, capace di proporre immagini inedite della realtà aziendale.

Domenica 10 aprile sarà inaugurata infatti la mostra fotografica “Vino. Oltre il ritratto”, a cura del critico Luca Panaro e in collaborazione con la Fondazione Modena Arti Visive.  La sfida per gli autori di FMAV è stata quella di andare oltre il ritratto, mettendo in discussione l’iconografia classica che tradizionalmente viene associata a questo genere. Il ritratto è il luogo della sperimentazione artistica, attraverso l’immagine fotografica fa germogliare l’illusione, la messa in scena di situazioni che hanno origine nel mondo reale con l’ambizione di andare “oltre”, sempre in bilico tra realtà e finzione.

Dal mese di maggio la mostra sarà allestita nella Tenuta S.Cristina a Peschiera del Garda (VR), per poi partecipare a manifestazioni e rassegne italiane e internazionali.

Ogni progetto prevede, oltre alla mostra fotografica, un catalogo bilingue italiano/inglese a cura di Biblos Edizioni.

www.zenato.it

Zenato Azienda Vitivinicola -Via San Benedetto, 8 Peschiera del Garda (VR)

Press: Lucia Benedini – 347 4188852 - This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Vinitaly2022 Iniziative Stand Zenato ita